martedì 2 febbraio 2016

DA UNA PRODUZIONE DEL WEBMASTRO.ADDIO MIA SUPRESSATA :D

– Nunzio Scalercio –

Addio mia supressata
un di’ ti rivedrò
quando sarà passata
l’onda del “non si può”.

Dicono che mi nuoci
 jissa intra nu cunvientu:
si m’hann’i trovà muartu
m’hann’i truvà cuntientu

Cu tutti i sientimenti
m’hann’i truvà distruttu
cu stritta mienz’i dienti
na feddra di prisuttu.

Purpetta mia t’invoco:
se un dio puarcu esistesse
facissa piglià fuacu
ai merda i l’OMS.

La lacrima sul viso
è della supressata,
vedrò il mio Paradiso
quando sarai tornata.

È uomo fortunato
chi perì nella pugna
per esser ricordato
campione della sugna

Martire mi ci sientu
senza nenti ricchizza,
povaru m’accuntientu
i nu stuaccu i sazizza.

C’è gente che è schattata
mangiannu sulu frutta,
na jevusa squdata:
jarà chi morte brutta!

Ma signu cusentinu:
e quindi minni frico.
Mi fazzu nu quartino
e pienzu ad Alarico.