mercoledì 20 gennaio 2016

L'INCONTRO CON GIOVANNI PAOLO II






QUELLA VOLTA CHE IL PRESIDE MI DISSE, RAGAZZO DA DOMANI NIENTE SCUOLA. ALBERTO MIELI E IL DOLORE DELLA SHOAH


 Alberto Mieli ha un ricordo che gli è molto caro, l’incontro con Giovanni Paolo II: «Ascoltò la mia storia con attenzione e poi mi chiese: ‘Figliolo, come si riesce a sopravvivere a un inferno come quello che hai vissuto?’. E io: ‘Santità, a questa domanda non so risponderle’. Lui si commosse e si mise a piangere, io lo feci un attimo dopo». A gennaio uscirà da Marsilio il libro di memorie di Alberto Mieli, «Eravamo ebrei. Questa era la nostra ultima colpa», scritto insieme con la nipote Ester Mieli. Alberto è contento ma la memoria torna a quell’uomo, al preside senza nome: «Mi commuovo ancora perché penso che non tutti gli uomini sono uguali. Per fortuna».